Spesso snobbata dalle luci degli highlights, l’arte “sartoriale” del taglio a canestro rimane un fondamentale che può garantire punti facili anche a chi solitamente non preoccupa troppo le difese, anzi, proprio in quel caso è più frequente la possibilità d’approfittare di una distrazione difensiva per andare dritti alla meta. Certo, è richiesta anche la complicità di un compagno che sappia trovare la linea di passaggio giusta al momento giusto, ma questa è un’altra storia.
Per rendere giustizia alla furtiva capacità di sparire dal radar della difesa, per poi sbucare ad un passo dal ferro per un comodo appoggio, ecco una selezione di alcuni bei tagli avvistati durante il secondo turno di playoffs: genuini backdoor, sagaci weak side cut e tagli di pura lettura difensiva, niente pick n’ roll, uscite dai blocchi o blocco-e-taglio (situazioni più frequenti e già adeguatamente “celebrate”). Buona visione.

(Credits: per la traccia audio, ecco il link)

P.s. Semmai ve lo foste chiesto, in “copertina” ci sono i Wizards perché sono la squadra che ha utilizzato di più i tagli (10,8%), fra quelle presenti al secondo turno di playoffs.

Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on TumblrShare on Google+

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *